Il Giudizio Cattolico

Ama la verità; mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paure e senza riguardi.
E se la vita ti costa la persecuzione, e tu accettala; e se il tormento, e tu sopportalo.
E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, e tu sii forte nel sacrificio.
San Giuseppe Moscati

[ Log In ]


Ancora il 2 giugno


Stiamo per vivere i settant’anni della Repubblica Italiana. E, come sempre, da sempre (esattamente dal 1948), il 2 giugno è festa nazionale, la “festa della repubblica”. Insieme al 25 aprile, è l’unica festa di carattere storico che questo Stato ha conservato (da notare che la festa del 4 novembre, giorno della vittoria della Prima
Continua...

Massimo Viglione 2 giugno 2016





Ecumenismo: sì, ma quello di Pio XI


“Ma non sei ecumenico!”, “No, mi dispiace. O meglio, lo sono, ma nel senso della Mortalium animos di Pio XI”. La faccia stralunata dell’interlocutore al mio nominare l’Enciclica di Papa Ratti, se poteva farmi sorridere per l’espressione, lasciava l’amaro in bocca perché era palese che non sapeva bene cosa fosse essere ecumenici. Ai nostri giorni l’ecumenismo è diventato
Continua...

Pierfrancesco Nardini 19 giugno 2015





Marcia per la vita


Gli attacchi alla vita umana innocente sono sempre più numerosi e nuovi strumenti di morte minacciano la sopravvivenza stessa del genere umano: Ru486, Ellaone, pillola del giorno dopo ecc.
Continua...

8 maggio 2016





Senza ritegno alcuno


Il NCD è veramente qualcosa (non lo si può definire partito e nemmeno movimento politico) di ripugnante, che fa male all'anima. Mai votato da nessuno, composto di fuoriusciti il cui unico legame è l’attaccamento al potere e alle poltrone, suddito ignobilmente del PD e di Renzi, firmatario del divorzio volante, muto sulla diffusione del gender nelle scuole, prono a ogni compromesso di qualsivoglia natura, responsabile della esponenzialità della catastrofe immigratoria, senza spina dorsale alcuna, è l’emblema di un’Italia che tarda a morire, per nostra estrema disfatta
Continua...

Massimo Viglione 22 marzo 2015





Dio non fa il male


Capita spesso, almeno a me, di sentir incolpare Dio per qualche male, per qualche sofferenza, per qualcosa che non va bene nella vita, anche per cose futili. A volte, ahimé, anche con bestemmia. Più volte ho cercato di spiegare che non ha senso prendersela con Dio, visto che non è Lui che manda il male e ho anche cercato di far capire che quella di incolpare Lui è solo la strada più comoda per non guardare a fondo la verità, la realtà delle cose. “Se è Dio che mi manda il male, non devo
Continua...

Pierfrancesco Nardini 22 marzo 2015





Vuoi il fumo o l’aria pura?


Io sono come un otre esposto al fumo, ma non dimentico i tuoi insegnamenti (Sal 118, 79). Quando si dice che una cosa è come fumo negli occhi, si intende di solito, semplicemente, qualcosa di fastidioso e irritante. Il fumo può tuttavia avere effetti più gravi: se respirato, può provocare un’intossicazione. Nella società e nella Chiesa attuali il fumo delle chiacchiere ideologiche appesta ormai l’atmosfera da decenni: è naturale che tanti ne siano rimasti intossicati. Chi vi resiste, come afferma la divina Parola, è come un otre esposto al fumo: soffre profondamente, ma al tempo stesso
Continua...

Don Giorgio Ghio 9 marzo 2015





Famiglie irregolari e “comunione imperfetta”


I sette mesi che ci separano dal secondo e definitivo Sinodo episcopale sulla famiglia saranno determinanti nel creare un clima che prepari la vittoria di uno dei due schieramenti che si vanno contrapponendo. Pertanto, è importante capire fin da ora che, nel passato Sinodo, il fronte conservatore ha ottenuto un successo solo parziale, perché non è riuscito ad impedire che nei documenti finali fossero inseriti alcuni princìpi e orientamenti scandalosi
Continua...

Guido Vignelli 9 marzo 2015





A immenso dolore, speranza sovrumana


È purtroppo successo innumerevoli volte, nella storia cristiana, che il volto terreno della diletta Sposa di Cristo venisse imbrattato dai peccati dei suoi figli o sfigurato da sciagurate divisioni dovute ad eresie, incomprensioni o conflitti di natura più politica che religiosa. È altresì accaduto a più riprese che i suoi nemici esterni devastassero la vigna del Signore, da lui pur custodita e coltivata con amore geloso. Ogni volta, però, lo Spirito Santo suscitava nuovi araldi dell’Evangelo, eroi della carità o patriarchi di famiglie consacrate alla conquista
Continua...

Don Giorgio Ghio 27 febbraio 2015





La verità sull'islam


Quello attuale rappresenta certamente uno dei periodi piu’ drammatici della storia degli ultimi anni, non soltanto a causa della grave crisi economica, spirituale e morale che è sotto gli occhi di tutti, ma anche della situazione delicata nei rapporti con l’Islam, acuita dai violenti attacchi terroristici attuati dai jihadisti, i quali stanno seminando terrore e sgomento in tutto il mondo e, di recente, anche in Europa. Nell’analizzare questa problematica, desidero innanzitutto partire dal celebre discorso pronunciato da Papa
Continua...

Gianluca Martone 27 febbraio 2015





Il disastro libico e la morsa sull'Europa


L’ultima nuova dalla Libia è la feroce uccisione di decine di cristiani copti, massacrati dai tagliagole dell’Isis. A tre anni e mezzo dalla defenestrazione di Gheddafi (ottobre 2011) la Libia è ancora nel caos, divisa in più territori tra gruppi rivali che si contendono la conquista dell’intero Paese. Agli islamisti di al Fajar che hanno conquistato Tripoli, si contrappongono i “laici” e i militari di Tobruk. Inoltre dal novembre 2014 sembra inarrestabile l’avanzata dei guerriglieri dell’Isis (da non confondere con gli altri fanatici di al Fajar). L’Isis ha fondato un piccolo
Continua...

Martino Mora 19 febbraio 2015





Le zone a luci rosse, DSK e lo sguardo paterno


Negli ultimi giorni due argomenti di tipo sociosessuale si sono rincorsi sulle pagine dei giornali arricchendosi dei commenti di scrittori, tuttologi o semplicemente collaboratori un tanto ad articolo delle testate. È interessante aver avuto un’ulteriore occasione per rimarcare come nella porzione di cultura contemporanea che si esprime nel politically correct dell’opinione corrente ospitata dai media, i ragionamenti sono sempre monchi dell’ultimo passaggio del pensiero, quello che ci mette in contatto con la
Continua...

Stefano degli Abbati 19 febbraio 2015





Dov’è John Wayne?


Un incubo comincia, tra un Sanremo, un/a Conchita Wurst e le battaglie dei nostri amatissimi parlamentari sulle riforme istituzionali, ad affacciarsi nella vita degli italiani, almeno di quelli che ancora leggono cosa accade nel mondo e si sforzano di svolgere qualche ragionamento con la loro mente. Sta tornando l’Islam, e torna come sempre armato e assetato di sangue e dominio. Quanti hanno notato che per la prima volta dal 1945
Continua...

Massimo Viglione 16 febbraio 2015





La rivincita dello “spirito di crociata”


Non sono uno storicista né tantomeno un immanentista, per cui so bene che il corso della storia può avere una serie di variabili che Dio solo sa e che stesso Dio può influenzare ma non certo determinare. Ciò perché l’uomo è libero, e perché il tempo è l’esito di tutta una serie di variabili (anche casuali) che si sono introdotte in conseguenza del peccato originale. Fatta questa premessa, va detto però che la storia è anche il campo
Continua...

Corrado Gnerre 16 febbraio 2015





Le giornate della memoria


Il fatto stesso che la nostra società debba istituire in continuazione giornate della memoria è riprova inconfutabile sia di quanto essa sia menzognera in sé, pertanto illecita e contro la Verità e la Giustizia, e quindi contro l’uomo. Le società che nel corso dei secoli si sono succedute, hanno, in rapporto al loro grado di civiltà, sempre conservato la memoria del loro passato, delle loro glorie come dei loro errori (Historia Magistra Vitae…), le prime al fine di puntellare l’unità del popolo e la forza delle istituzioni, i secondi al fine di imparare a commettere più gli stessi errori
Continua...

Massimo Viglione 9 febbraio 2015





La Modernità: culla o bara dei diritti umani?


L’accusa che è rivolta al Cristianesimo è quella di aver ostacolato i diritti umani perché si sarebbe posto sempre in una prospettiva contraria alla modernità filosofica. Ma è proprio vero che i diritti umani siano nati con la modernità? Anni fa, a Torino, si tenne un seminario a porte chiuse sul tema Chiesa cattolica e modernità. Ad organizzarlo fu l’ambiente tipico della Torino culturale, cioè l’ambiente che da sempre si “onora” di esprimere il laicismo nostrano, quello neogobettiano…e da qualche anno possiamo anche definire “neobobbiano”
Continua...

Corrado Gnerre 9 febbraio 2015





La proposta di legge di “Sì alla Famiglia” un passo avanti verso il “matrimonio” omosessuale


Il Comitato Sì alla famiglia, presieduto da Massimo Introvigne, ha lanciato a Roma il 16 gennaio, in una riunione con parlamentari di diversi partiti una proposta di legge dal titolo Testo unico sui diritti dei conviventi. In questa sede non entreremo nel dettaglio delle singole disposizioni, cosa che riserviamo ad un successivo analitico intervento, ma cercheremo di tratteggiare il vulnus alla famiglia naturale costituito dallo stesso testo unico considerato nel suo complesso.
Continua...

Claudio Vitelli 4 febbraio 2015





La crisi dei religiosi


Negli anni post-conciliari, non solo si è assistito alla crisi della famiglia, ma anche a quelle delle varie comunità religiose, con il crollo di vocazioni, fenomeni entrambi che sono sotto gli occhi di tutti, con i relativi effetti negativi diffusi in tutta la nostra società. Dallo scorso 29 novembre, ha avuto inizio l’Anno dedicato alla Vita Consacrata, che terminerà il prossimo 2 febbraio 2016, nel corso del quale ogni religioso è chiamato a riscoprire la bellezza e la straordinarietà del ministero affidatogli direttamente da Dio
Continua...

Gianluca Martone 4 febbraio 2015





Golia è nervoso


La vittoria dell’estrema sinistra in Grecia non può essere in sé una buona notizia, ovviamente, ma, per la prima volta in assoluto nella storia, porta con sé una carica di non negatività. Seppur Tzipras e soci molto probabilmente sono anch’essi funzionali al sistema del processo dissolutorio rivoluzionario (altrimenti non sarebbero “sinistra”) e quindi alla politica stessa del mondialismo tecnocratico e affamatore di popoli, quello che conta in realtà è il fatto che una buona parte del popolo greco ha detto no alla UE, ai suoi ricatti, alla sua politica indegna e schiavista. Se a questo poi aggiungiamo il risultato di Alba Dorata, i cui elettori evidentemente non sono per nulla funzionali al tiranno di cui sopra, il risultato delle elezioni greche nel suo complesso, dal punto di vista della resistenza al tiranno burocratico e mondialista, è assolutamente straordinario
Continua...

Massimo Viglione 26 gennaio 2015





Un mondo di indemoniati?


In quel capolavoro di analisi psicologica e spirituale che sono I posseduti, Dostojevskij descrive l’ambiente dei rivoluzionari russi della seconda metà del XIX secolo, allora sparuta minoranza di individui senza scrupoli caratterizzati da un cinismo, una falsità, una violenza e un disprezzo smisurato nei confronti della verità, del bene, dell’ordine e della vita stessa, sacrificati alle loro assurde idee e a un’insaziabile volontà di auto-esaltazione. Questi erano d’altronde i frutti del loro cieco ateismo, che imponevano a se stessi con un tirannico razionalismo e mantenevano per partito preso con un volontarismo perverso, capace di soffocare anche la voce del cuore
Continua...

Don Giorgio Ghio 26 gennaio 2015





Eucarestia e Divorzio


Se si può comprendere un ateo che critica la posizione della Chiesa Cattolica sul divorzio e sul divieto di accedere all’Eucarestia per i divorziati sposati con rito civile, non si capisce assolutamente la critica sollevata da molti che si dicono cattolici. Partiamo dal presupposto che se uno dice di essere cattolico sa cos’è la Fede cattolica, conosce cioè i dettami alla base della stessa ed i principi a cui la Chiesa deve rifarsi. Conosce quindi il Catechismo. Conosce il Magistero. Almeno conosce i tratti fondamentali di quel che sostiene di credere. Dato questo presupposto, riassumiamo in breve (per quanto possibile) quel che da sempre è la legge sul matrimonio e sull’Eucarestia.
Continua...

Pierfrancesco Nardini 16 gennaio 2015





Considerazioni a margine della strage di Parigi


L’attacco vigliacco e stragista al settimanale Charlie Hebdo ci pone dinanzi a due tragiche realtà. La prima è la natura dell’Islam, che non muta mai. La seconda è il devastante suicidio del mondo occidentale, frutto inevitabile del tradimento alla civiltà e alla fede cristiane. Riguardo il secondo punto, ci sarebbe da scrivere interi libri, molto è stato già detto e quindi è superfluo ora insistere in questa occasione. Ma due cose devono essere aggiunte nella fattispecie dell’evento ultimo: ed è il fatto che a essere colpito è stato un giornale che viene descritto come espressione di libertà, ma che in realtà è una fogna di bestemmie e volgarità, anzitutto contro la fede cristiana. Se si distingue dagli altri perché ha avuto, da solo, il coraggio di toccare anche Maometto
Continua...

Massimo Viglione 8 gennaio 2015












Confederazione Civiltà Cristiana
Eventi consigliati



Il Dibattito
Proponiamo ai nostri lettori una riflessione di un sacerdote su un fatto che ha suscitato nei giorni scorsi molte polemiche. La riflessione ci appare serena e argomentata. Speriamo quindi che a distanza di tempo si possa ragionare, e magari svolgere un dibattito, con costruttiva serenità di toni e onestà di intenti, nel pieno rispetto delle diverse opinioni.

Contromano in autostrada...




Pronto Soccorso Apologetico



I lettori ci scrivono








sito

ilgiudcat


Corrispondenza romana


Riscossa Cristiana


Messa in Latino


Libertà e persona


Radici cristiane


I tre sentieri


mai più cristianofobia


Parrocchia San Michele


Il Covile


Sine Timore


MEVD